Breaking News
Home / Recensioni / Tecniche e benefici del massaggio Californiano
Tecniche e benefici del massaggio Californiano

Tecniche e benefici del massaggio Californiano

Il massaggio californiano è considerato la tecnica più sensuale esistente al mondo. Il trattamento, però, fa anche bene alla salute e allo spirito.

Energia, piacere e appagamento: sono questi gli elementi che contraddistinguono il massaggio californiano.

Questo tipo di trattamento, nato a partire dai primi anni ’70, rappresenta un’esperienza unica ed inimitabile per chiunque la provi. Viene insegnato in diverse scuole in tutto il mondo: noi di Sen scuola massaggio a Bari lo proponiamo a tutti i nostri corsisti che hanno voglia di intraprendere un percorso unico e stimolante nel suo genere.

Ma proviamo a conoscere la storia del massaggio californiano, le sue tecniche e i suoi benefici.

La storia del massaggio californiano

Come facilmente intuibile dal nome, il massaggio californiano è nato in California, a San Francisco, all’inizio degli anni ‘70 dello scorso secolo, in un’epoca molto particolare per quanto concerne l’emancipazione femminile e la liberazione da ogni genere di tabù culturale e, in particolar modo, sessuale.

La scuola californiana di massaggio si diffuse rapidamente in tutti gli Stati Uniti negli anni immediatamente successivi fino a farsi conoscere in tutto il mondo durante gli anni ‘80.

Lo scopo del massaggio è quello di creare un’armonica correlazione tra il corpo e lo spirito attraverso gesti decisi e manipolazioni, accompagnate all’utilizzo di oli essenziali.

Il trattamento mira a stimolare il paziente e accompagnarlo verso l’accettazione del proprio corpo, l’eliminazione delle inibizioni, la cessazione di tutti quei tabù che vincolano l’animo umano.

La cultura New Age

Impossibile comprendere la filosofia della scuola di massaggio californiano senza parlare della corrente di pensiero che ne dà forma, quella del movimento culturale new age.

La cultura new age – letteralmente ‘nuova età’ – fa riferimento a una serie di sottoculture nate a partire dagli anni ‘60 di stampo spirituale, psicologico e sociale, accomunate dall’idea di un nuovo mondo.

Focus principali della nuova visione post-sessantottina sono quelli della ricerca della spiritualità e della rivalutazione dell’esperienza sensoriale, quest’ultima vista non più come un mezzo subordinato alla ragione per la scoperta della realtà ma come parte integrante dello stesso sistema di codificazione.

La filosofia del massaggio californiano

Il massaggio californiano ricerca la piena armonia tra corpo e spirito.

Attraverso il contatto diretto tra massaggiatore e ricevente, il massaggio, con le sue manovre avvolgenti e sensuali, spinge l’individuo a liberare il corpo e a esprimere le proprie emozioni.

Il fine ultimo è quello del raggiungimento del pieno equilibrio della persona.

Le tecniche del massaggio californiano

Prima di iniziare il massaggio, è consigliabile fare una doccia calda, allo scopo di rilassare la pelle ed eliminare eventuali scorie presenti.

Dopodiché il paziente viene fatto stendere su un lettino a pancia in giù e, con l’aiuto di oli essenziali, viene praticato il massaggio.

I gesti devono essere delicati e lenti e partono dal collo per poi raggiungere i piedi.

È fondamentale il totale relax del paziente: ciò aiuterà a stringere un rapporto di sintonia con il massaggiatore, che è fondamentale in questo genere di massaggi.

I benefici del massaggio californiano

Oltre al rilassamento completo, all’abbandono dello stress e delle fatiche, il massaggio californiano aiuta l’equilibrio del sistema nervoso, tramite il lavoro che viene effettuato sul sistema linfatico e sulla circolazione sanguigna.

Grazie all’armonia che si acquisisce con il proprio corpo, questo tipo di massaggio aiuta a migliorare l’autostima del paziente, creando in lui maggiore consapevolezza di se stesso, elimina le tossine, favorisce il relax e un equilibrio mentale.

Ci sono poi dei casi specifici per i quali il massaggio californiano è particolarmente indicato come, per esempio, durante periodi di depressione o di insonnia.

Il trattamento può essere un buon aiuto anche per i disturbi di anoressia e bulimia, in quanto con questo genere di massaggio si migliora la percezione di se stessi e del proprio corpo. Da un punto di vista prettamente fisico, invece, è l’ideale anche per eliminare la cellulite e la ritenzione idrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − tredici =